Quaresima 2020: ecco il Sussidio liturgico-pastorale

«Lo sguardo credente sull’infanzia si può condensare in tre punti: il riconoscimento del bambino in quanto persona e soggetto dotato di una propria identità e dignità, l’affermazione di una sua specifica relazione con Dio, l’enucleazione di alcune caratteristiche tipiche della sua figura spirituale».

(M. Crociata, «Lasciate che i bambini vengano a me». Orientamenti per una pastorale dell’infanzia, pag. 15).

Le parole che il nostro Vescovo Mariano ha indirizzato a tutta la Chiesa diocesana per direzionare il cammino di questo nuovo anno pastorale, sono un chiaro invito a maturare uno sguardo, e una conseguente azione pastorale, più attenta verso i piccoli delle nostre comunità. Principalmente richiede attenzione ai piccoli di età, ai bambini, coloro che sono protagonisti di una fase della vita particolarmente suggestiva ed affascinante, ma che esige accompagnamento e valorizzazione.

La tentazione nella quale si potrebbe cadere è proprio quella di non sentirli protagonisti nel nostro cammino di Chiesa ma solo destinatari.

Eppure «a chi è come loro appartiene il regno dei cieli» (Mt 19,14). Questa verità, che Gesù presenta ai discepoli, risuona come un vero e proprio monito a stare attenti quando non si riconosce ai più piccoli quella dignità che li rende la via preferenziale per giungere a Dio.

L’attenzione ai bambini e, più generale, a tutti coloro che sono “piccoli” nella condizione sociale o nella considerazione generale, è la conversione profonda che deve coinvolgere tutte le nostre comunità in questo tempo di Quaresima attraverso l’incontro con il Cristo celebrato nel suo mistero pasquale di morte e resurrezione.

In basso scarica il SUSSIDIO Liturgico pastorale per la Quaresima 2020: